Archeologia alla Costa

Una novità interessante arriva dall’associazione “La Costa di Cumiana” che recentemente ha siglato un accordo con la proprietà del castello della Costa finalizzato alla valorizzazione culturale della collina della borgata, per intenderci quella dove sono ancora visibili i resti dell’antico castello. Questa porzione, essendo privata facente parte del complesso dell’attuale castello, non può essere oggetto di attività di studio, di indagine, di ricerca e neanche di visite guidate se non con il permesso della proprietà.

L’accordo permetterà alla associazione di intervenire in tutti questi ambiti in cambio di attività di manutenzione e pulizia della zona. Il primo frutto dell’accordo è stato l’organizzazione di una visita guidata con le “Invasioni Digitali”.
Terzo soggetto coinvolto è l’associazione archeologica torinese “Cultura e Territorio”, composta da archeologi la cui esperienza e competenza sarà al servizio di un progetto, probabilmente triennale, di studio e di scavo.
Infatti uno degli obiettivi a cui punta l’accordo è l’apertura, appena possibile, di un cantiere sotto la supervisione e la completa gestione della associazione “Cultura e Territorio” sulla falsariga di quello attualmente in corso in Toscana, a Sorano, in cui è stata aperta una scuola di archeologia, esempio virtuoso di come anche uno scavo archeologico può essere fonte di ritorno economico.
Chi fosse interessato a saperne di più o a collaborare con l’associazione “La Costa di Cumiana” per questo progetto può scrivere all’indirizzo lacostadicumiana@gmail.com.