Live Show ultim’ora: venerdì 6 “Novecento” con Eugenio Allegri al Carena

Lo spettacolo conclusivo della rassegna Live Show Orbassano si terrà venerdì 6 aprile… al Teatro Felice Carena di Cumiana! Cumiana accoglierà Eugenio Allegri nello spettacolo “Novecento”, dal romanzo di Alessandro Baricco.   Il testo è molto noto, ed è stato anche tradotto in film da  Giuseppe Tornatore (“La leggenda del pianista sull’oceano”).

Il testo è bellissimo, il monologo di Allegri – un “mostro di bravura” –  è davvero imperdibile…. Poiché il nostro teatro è più capiente di quello di Orbassano, nonostante siamo sotto data si rendono disponibili altri posti: una vera opportunità per quei cumianesi che non amano spostarsi.

Laboratorio Teatro Settimo
Novecento

di Alessandro Baricco
con Eugenio Allegri
regia Gabriele Vacis

Negli anni a cavallo delle due guerre mondiali, abbandonato sulla nave dai genitori e ritrovato sopra un pianoforte da un marinaio, Novecento trascorre tutta la sua esistenza a bordo del Virginian, senza trovare mai il coraggio di scendere a terra.
Impara a suonare il pianoforte e vive di musica e dei racconti dei passeggeri. Sul grande transatlantico, Novecento riesce a cogliere l’anima del mondo. E la traduce in una grande musica jazz.
Il narratore è un trombettista che viene assunto sulla nave Virginian, dove incontra il protagonista: Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, un pianista. Fra i due nasce un’amicizia sincera e profonda.
Ventisette anni prima Novecento era stato abbandonato appena nato sul piano della prima classe del piroscafo Virginian, dove era stato trovato da un marinaio di colore, che l’aveva cresciuto come un figlio.
Dopo la sua morte, Novecento aveva iniziato a suonare il piano, e non aveva più smesso.
Il talento di Novecento è sublime: attraverso la musica vive le emozioni dei passeggeri del piroscafo. Anche un pianista di fama mondiale, Jelly Roll Morton, dopo aver sfidato Novecento, è costretto ad ammettere la sua superiorità.
Un giorno un contadino si imbarca sulla Virginian, un uomo che non aveva mai visto prima il mare, e rimane impietrito davanti all’immensità dell’oceano.
Novecento decide di fare l’esperimento opposto: lui, nato e cresciuto su quella nave, prova a scendere a New York. Tuttavia non ce la fa, e deve ritornare sui suoi passi. Questo rifiuto della terraferma simboleggia il rifiuto di Novecento per l’idea di crearsi dei legami e mettere radici nel mondo.

con Eugenio Allegri
suoni, luci, musiche Lucio Diana, Roberto Tarasco

● Info e prenotazioni
+39 370 3259263
info@mulinoadarte.com
www.mulinoadarte.com
allegri