Progetto Cumiana-Burkina: bilancio e prospettive

Dal 21 al 30 dicembre, si è svolta la missione in Burkina per capire a che punto fosse il progetto iniziato nel Comune di Boussou,  al nord-ovest del paese.

Dai primi contatti avvenuti con il sindaco burkinabé  Mady Sankara (settembre 2016 in occasione del Cumianafest e della manifestazione TerraMadre di Torino) l’amministrazione è riuscita ad ottenere un finanziamento dalla Compagnia di San Paolo, dalla Regione Piemonte, il supporto tecnico dei Seniores International e il supporto in loco del Cisv di Torino con il quale Cumiana collabora per varie iniziative.

IL progetto aveva due finalità principali, la costruzione di un magazzino per sementi per Yacouba Sawadogo (l’uomo che sta fermando il deserto, se digitate Sawadogo su un motore di ricerca capirete…) personaggio riconosciuto a livello mondiale e sostenuto nell’attività dai figli: insieme  riproducono piante,  le mettono a dimora nella foresta, le vendono alla popolazione  e producono miele. Tale magazzino, circa 30 metri quadri, è stato realizzato a  40 km da Boussou in una zona pre-desertica: spostandoci verso nord il paesaggio cambia rapidamente, più ci si avvicina alla fascia saheliana e più gli alberi diventano radi e il terreno polveroso.

Secondo settore d’intervento sono gli orti gestiti da gruppi di donne e gli orti destinati alle scuole. I primi sono veri giardini in mezzo al deserto.

Cento donne, in 3 villaggi del Comune (341 kmq e 30000 abitanti) si dedicano a coltivare pomodori, cipolle, melanzane, fagioli ecc in perimetri recintati e irrigati con acqua, che viene sollevata a mano da pozzi che possono raggiungere i 40 metri di profondità.

Per avere un numero sufficiente di pozzi bisognerebbe aggiungerne 25 ai 65 esistenti e nella capitale attualmente viene estratta acqua che si è accumulata più di 5000 anni fa e la falda che si trova a circa 80 metri di profondità continua a scendere.

Gli orti scolari invece hanno bisogno di essere seguiti più “tecnicamente” e allora…grazie al contributo di alcuni cumianesi, gli orti delle donne passeranno da 625 a 1250 mq, verranno acquistati altri 6 annaffiatoi e due donne per gruppo daranno un supporto tecnico alle 3 scuole.

Nel frattempo, la preside Manuela Buosi ha accolto l’iniziativa,  per le scuole medie di Cumiana, di inviare 4 lettere che sono state recapitate a quattro scuole a Boussou. Inizierà una corrispondenza sud-nord e viceversa con il supporto dell’insegnante  Morello di francese, io nel frattempo terrò informate le classi su particolari che si aggiungeranno in questi mesi.

Ciliegina di fine anno, l’approvazione da parte della Regione Piemonte di altri progetti che il Comune di Cumiana seguirà direttamente sempre nel comune di Boussou per l’anno 2018.

Apporto finanziario del progetto 2017

Compagnia di San Paolo euro 10.000

Regione Piemonte  euro 2.170

Comune Cumiana euro 2.215

Seniores International euro 1.025

Comune di Boussou euro 550

La missione, ha visto la partecipazione di Roberto Falzoi, facente parte dei Seniores International e esperto di formazione professionale. Un incontro in capitale con il ministro della gioventù e la formazione professionale  e con il responsabile delle scuole professionali ci ha permesso di gettare le basi per collaborazioni future in campo della formazione e del lavoro (settore cardine in Africa)

Un ringraziamento particolare a Luca Tassone e al direttivo del Cumiana calcio è d’obbligo. Le magliette e i pantaloncini donati saranno indossati dai ragazzi di Boussou al primo torneo organizzato nei mesi a venire e non potete immaginare con quale orgoglio si presenteranno in campo avendo una divisa uguale per tutta la squadra.