Progetto MENTORING

Istituzione e territorio si incontrano per un nuovo progetto mirato all’inclusione sociale

Torre Pellice, lunedì 30 ottobre 2017 – Il Servizio Migranti del Coordinamento Opere Valli della Diaconia Valdese è lieta di presentare, venerdì 10 novembre, dalle 17 alle 19, presso la Galleria Civica d’Arte ‘Filippo Scroppo’ di Torre Pellice (TO), l’evento dal titolo ‘Progetto Mentoring‘. A seguito della proposta emersa dai tavoli di confronto nell’ambito del convegno, ‘Persone Accolte – Buone prassi di accoglienza’, tenutosi a Torre Pellice il 17 giugno del corrente anno, in concomitanza con la Giornata Mondiale del Rifugiato, realizzato con la collaborazione del Comune di Torre Pellice, istituzioni e territorio si incontrano per un nuovo progetto mirato all’inclusione sociale. Il Servizio Migranti, infatti, presenta un progetto sperimentale di mentoring a favore di cittadini di paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio.

L’evento, articolato in differenti momenti, prevede saluti iniziali e introduzione a cura di Maurizia Allisio, assessore alla cultura di Torre Pellice e Marco Armand Hugon, referente Area Progetti della Diaconia Valdese del Coordinamento Opere Valli della Diaconia Valdese. A Debora Boaglio, responsabile del Servizio Migranti il compito di contestualizzare il ‘Progetto Mentoring’ raccontando perché e come è nato mentre è Serena Tiburtini, coordinatrice dell’omonimo progetto a spiegare come è strutturato lo stesso, quali gli obiettivi e l’operatività che mette in campo. L’evento diventa, quindi, la sede per l’individuazione e la ricerca di mentor volontari i quali, entrando a far parte del progetto sperimentale, seguiranno un percorso formativo alla presenza di mediatori linguistico-culturali.

L’attività proposta prevede la costruzione di relazioni positive uno a uno tra mentor e cittadino di paesi terzi finalizzata all’inserimento sociale di quest’ultimo. Gli obiettivi da raggiungere saranno fissati congiuntamente dal binomio mentor-mentee al fine di incoraggiare e sostenere la creazione di legami sociali e l’individuazione di figure di riferimento che possano agire da facilitatori nella relazione tra il cittadino straniero e il territorio, così da far emergere criticità e adottare soluzioni personalizzate volte al raggiungimento dell’autonomia nelle interazioni con il territorio.

Il ruolo del mentor sarà dunque quello di informare, sostenere e orientare il cittadino nelle sue interazioni con il territorio e di sostenerlo nello sviluppo di competenze e autonomia nell’esercizio dei diritti: diritto alla salute, diritto allo studio, diritti civili, permessi di soggiorno e rinnovi. Il cittadino straniero potrà rivolgersi spontaneamente al mentor per confrontarsi sulle difficoltà e sui problemi che incontra nella sua vita quotidiana, al fine di trovare insieme delle soluzioni che sarà il cittadino straniero a mettere in atto.

A chiudere l’evento, attorno alle 19, un aperitivo, o meglio un momento conviviale, aperto a tutti i partecipanti, all’interno della Galleria Scroppo.

Per maggiori informazioni, telefonare al 366 7821056 o consultare il sito http://www.xsone.org o le pagine

Fb – Servizio Migranti o XSONE.