A Cumiana il bookcrossing sta… LIBRANDO-SI

I più attenti avranno già notato comparire qui e là alcune particolari cassettine (e non solo), come quelle in foto: sono i punti di scambio-libri (bookcrossing) del progetto di “Librando-si”.

L’angolo dei libri – una piccola cassetta, una libreria, uno scaffale, una mensola – serve a dare la possibilità a chi ama la lettura di trovare, in un luogo non convenzionale, qualcosa di interessante da leggere, da portarsi a casa, da tenersi o da diffondere.

I libri possono essere presi liberamente, e dopo la lettura, possono essere riportati in qualsiasi altro punto in Cumiana: accanto alle postazioni trovate la mappa con l’individuazione di tutti i punti attivati.  Chiunque può aggiungerne altri.

Lo “scambio di libri”, o il “bookcrossing” per chi preferisce, avviene in modo essenziale: senza grandi strutture, senza addetti… In origine, prevedeva il semplice fatto che lettori “abbandonassero” libri in qualsiasi luogo della città, con l’etichetta del “bookcrossing” per far capire che il libro non era dimenticato, ma lasciato di proposito affinché qualcuno lo potesse prendere, gustare, far circolare a sua volta. Poi, è diventata la possibilità di allestire micro-biblioteche diffuse.

A Cumiana l’iniziativa è partita dall’Associazione Vivere la Montagna con la posa della prima casetta dei libri avvenuta il 7 agosto 2016, presso la fontana del Pieu, a metri 1140 slm.. Durante “Sogno di una notte in biblioteca” sono stati presentati i nuovi punti, individuati con la biblioteca comunale, che sono attivi da sabato scorso: si trovano presso il Centro Diogene, la Biblioteca Comunale e il Punto Acqua SMAT.

Certo sarebbe bello poter sapere che viaggio farà il libro che abbiamo lasciato, non è vero? C’è chi ha pensato anche a questo….

I primi volumi sono forniti dalla Biblioteca Comunale e sono registrati su un sito web attraverso il quale è possibile dotarli di un codice identificativo unico (BCID – Bookcrossing ID) che permetterà di seguire i loro spostamenti a livello mondiale: chi ha lasciato il libro può seguirne il “viaggio” attraverso i collegamenti sul sito web e leggere gli eventuali ritrovamenti e i commenti di chi lo ritrova, a condizione che quest’ultimo si colleghi al sito per segnalarne il ritrovamento.