Siamo diversi, siamo uguali?

Progetto di sensibilizzazione sul tema delle migrazioni a cura dell’Istituto Alberti-Porro, Teatro Incontro di Pinerolo giovedì 11 maggio 2017

Siamo diversi, siamo uguali?” é il titolo dello spettacolo sul tema delle migrazioni messo in scena dai ragazzi della quarta turistico dell’Istituto Alberti-Porro di Pinerolo, in programma giovedì 11 maggio, alle 21, al Teatro Incontro di Pinerolo, in via Caprilli, 31. L’evento è la conclusione del progetto di sensibilizzazione sul tema delle ‘migrazioni’ realizzato dall’Alberti-Porro in collaborazione con la Diaconia Valdese – Coordinamento Opere  Valli di Torre Pellice (TO).

Il progetto, nato con l’intenzione di abbattere tutti quegli stereotipi che negli ultimi anni si sono creati nei confronti dei richiedenti Asilo e Rifugiati, e che ha coinvolto circa 25 ragazzi da febbraio a maggio del 2017, si è articolato in tre diversi momenti. Si è partiti con un momento di formazione a scuola a cura di alcuni operatori della Diaconia Valdese e di Radio Beckwith Evengelica, al quale è seguito un periodo di alternanza scuola lavoro che ha visto tutti i ragazzi impegnati nella realizzazione dello spettacolo finale. Ultimo step del progetto, lo spettacolo in programma l’11 maggio che mette in scena il lavoro del gruppo.

“Progetti come questi, all’interno della scuola, sono particolarmente importanti – racconta Beatrice Lella, docente dell’Istituto Alberti-Porro – perché mirano ad abbattere i luoghi comuni di cui inconsapevolmente i ragazzi sono ancora portatori, nonché per l’alto valore educativo che racchiudono”.

Valore aggiunto di questo percorso, non è solo la sensibilizzazione sul tema delle migrazioni, bensì il percorso di alternanza scuola lavoro durante il quale ogni studente si è cimentato in diverse attività appartenenti al mondo del lavoro. Infatti, i 25 ragazzi dopo un primo momento di formazione a scuola, sono stati suddivisi in micro-gruppi, ognuno dei quali ha praticato un periodo di stage, con mansioni diverse, negli uffici della Diaconia Valdese di Torre Pellice e di Radio Beckwith, a Luserna San Giovanni. Alcuni si sono confrontati con macchine da presa e microfoni, altri con comunicati stampa e organizzazione di eventi, altri ancora con alfabetizzazione (hanno preso parte ai corsi di italiano per migranti), aspetti legali e comunicazione. Tutti momenti che sono diventati parte del cortometraggio e del video intervista – modello ‘Le Iene’ – in visione al Teatro Incontro. A coronamento della serata, l’esibizione del Coro Moro, ossia il coro formato da profughi africani che cantano in dialetto piemontese.

L’evento, aperto a tutti, è gratuito: non è necessaria la prenotazione ma si consiglia di arrivare in anticipo. Per informazioni, telefonare al 306 1027561 o consultare il sito, http://www.xsone.org o la pagina FB – XSONE Diaconia Valdese – COV.