Il 25 aprile ai giardini Tassone

Anche quest’anno grande partecipazione alla commemorazione del Giorno delle Liberazione.

Il clima fortunatamente ha contribuito alla riuscita, grazie ad una mattinata senza pioggia e con una gradevole temperatura.

Molte come sempre le associazioni presenti, tante con i proprio labari a dare una testimonianza evidente ed una nota di piacevole colore per quella che non dobbiamo dimenticare deve essere sempre di più celebrata come “festa”.

La parata di autorità, associazioni e cittadini, guidata dalla nostra banda comunale, partita dal palazzo comunale si è fermata presso i cippi celebrativi di piazza Tassone.

Dopo l’alzabandiera, la deposizione di una corona e di mazzi di fiori alla stele dedicata ai partigiani caduti.

A seguire un breve discorso del sindaco Paolo Poggio, che ha ribadito come sia importante ancora oggi, periodo in cui purtroppo spirano venti di violenza e di guerra, mantenere vivo il ricordo di chi ha combattuto per la nostra libertà e perché i nostri territori fossero liberi di esprimere in maniera civile e senza prevaricazioni le opinioni di tutti i cittadini.

La parola è poi andata al consigliere Dorin Raffaele, che ha commentato la sua recente visita ad Erlangen ed ha ricordato come il comune di Cumiana stia proseguendo sulla strada di Pace attraverso le iniziative con il comune tedesco, pace che purtroppo non è globale dandocene triste testimonianza nel lungo elenco di scenari di guerra ancora attivi nel mondo.

A conclusione dell’evento il saluto dell’ancora attivo partigiano Giuseppe Solaro.

I presenti si sono poi spostati di pochi metri presso l’ingresso nord dei giardini, dove si è svolta la toccante cerimonia di inaugurazione di una postazione di “Cumiana Cardioprotetta”.

I famigliari di Alessandro Griotti, il giovane tragicamente deceduto nell’incidente del luglio scorso sulla Provinciale, hanno scoperto la postazione a lui intitolata in cui è stato posto un defibrillatore donato dagli amici del ragazzo, che lo hanno salutato con un commovente commiato.

La famiglia di Alessandro ha invece donato una vettura alla Croce Verde, come ha tenuto a ricordare e ringraziare il presidente della Croce Verde, Luigi Bernardi, che ha spiegato la nascita e la crescita del progetto che vede ora presenti sul nostro territorio ben 18 defibrillatori.

La benedizione di Don Flavio per tutte le apparecchiature, e le parole di Gabriella Turinetto, del sindaco e dell’assessore Lidia Cellario a commentare l’importanza di questa donazione e delle varie postazioni che rendono Cumiana uno dei comuni meglio coperti sotto questo aspetto.