Festa 2017 di Sant’Antonio Abate ai Luisetti

Domenica 22 gennaio 2017, nella frazione dei Luisetti di Cumiana, si è svolta la festa patronale di Sant’Antonio Abate, il compatrono della borgata e protettore degli animali (l’altro è Sant’Antonio di Padova, frate francescano di origini portoghesi).

La celebrazione della funzione è iniziata alle ore 10:30; il celebrante, contrariamente agli anni scorsi, non era padre Piergiorgio Novelli, bensì il Cumianese don Simone Bernardi. La messa, come tutti gli anni, ha visto una nutrita partecipazione da parte di tutta la comunità dei Luisetti e delle Marsaglie. Durante la celebrazione sono state cantate diverse canzoni da parte dei bambini della comunità. Verso la fine della funzione, i rettori della chiesa (sorta di “custodi” dell’edificio; tale carica, di durata annuale, viene assegnata a rotazione alle famiglie della comunità) hanno distribuito il famoso “pane di Sant’Antonio”, pagnotte di forma cruciforme, adibite all’alimentazione umana e, a scopo beneaugurante, a quella degli animali.

Conclusasi la funzione, alle 11:30, si è svolta la benedizione degli animali, sia da affezione che da allevamento e dei mezzi agricoli di alcuni agricoltori e di altri abitanti della comunità.

Dopo la benedizione, nel piazzale antistante alla chiesa si è svolto un breve rinfresco ed alcune attività ludiche, tra cui la “stima del tacchino” promossa dal Sermig, il cui ricavato (all’incirca 150 euro) sarà impiegato per due progetti dell’associazione. Era anche presente il banchetto del Gruppo Operativo Missionario “Nyaatha Irene”, dove veniva venduto del riso per finanziare delle attività di sviluppo in Tanzania.

Raffaele Dorin è stato l’unico ad indovinare il peso del tacchino (quattro chilogrammi; piuttosto leggero, secondo gli standard dei tacchini di allevamento). Problematico anche il ritiro del premio (il tacchino stesso), in quanto l’assessore aveva già lasciato la festa. Come sarà andata a finire? La risposta al nostro “Lele”.

Alle ore 12,30 molti dei partecipanti si sono ritrovati al ristorante – pizzeria “La Rosa dei Venti” per pranzare insieme.

 

luis17_2 luis17_3 luis17_1

luis17_4