Ritorno da San Guillermo

Dal 9 al 21 novembre una delegazione di Cumiana, in occasione del ventennale del gemellaggio, si è recata in Argentina, a San Guillermo (provincia di SantaFè), per rinsaldare questo legame.
Nel 1996, sotto l’allora amministrazione Poli, a partire dai parenti argentini degli emigranti era sorta l’esigenza di ricercare i legami con i Cumianesi che – alla fine del 1800, e dopo la prima guerra mondiale – partirono  in cerca di fortuna in una terra distante oltre l’immaginabile, per problemi di mancanza di lavoro e vera e propria necessità di sopravvivenza.
Una terra che ora è ampiamente coltivata e utilizzata, nella quale il contributo degli italiani è molto riconosciuto, ma che allora, agli occhi dei nostri connazionali  che vi giungevano, doveva aver avuto un impatto spaventoso.
Terra tanta e piatta a perdita d’occhio. Un clima sconosciuto.
Trarre da quella terra i mezzi per vivere significava partire veramente da zero. Dissodare la terra da seminare e nel frattempo iniziare la costruzione della casa, di un ricovero per gli animali, da soli, con i parenti lasciati in Italia e le difficoltà di comunicazione..
Tutto ciò ha permesso la creazione di tante piccole comunità, provenienti da paesi di tutta Italia, nelle quali il solo legame affettivo con la Patria rimaneva il dialetto, le canzoni, le foto, le lettere, i costumi.
Non deve far stupire che a San Guillermo (e in tanti altri paesi) la seconda lingua non è l’italiano , ma il piemontese, tramandato dai bisnonni ai figli e ai nipoti.
Avere oggi una superficie di 150-200 ettari vuole dire avere una piccola azienda.
L’accoglienza nelle famiglie e la settimana trascorsa con l’Amministrazione, il Sindaco Daniel Martina, il comitato organizzatore e gli abitanti, ci hanno fatto toccare con mano quanto il legame tra una buona parte degli abitanti di San Guillermo (che ha superato i 10.000 abitanti ed è diventata città) e Cumiana sia vivo, vissuto e attuale.
La cerimonia ufficiale con la firma protocollare si è svolta alla presenza di autorità, scuole, associazioni, da cui siamo stati accolti nel modo migliore, con iniziative, incontri, balli, discussioni, manifestazioni con le diverse realtà della cittadina (amministrazione, pompieri, scuole, radio e televisione, biblioteca, gruppi sportivi gruppi culturali…) per ribadire che un legame c’è e c’è la volontà di rinsaldarlo e rilanciarlo.
Le opportunità ci sono e non difficili da consolidare. Spesso i figli o i nipoti di coloro che emigrarono si recano in Italia e oltre alle mete classiche vogliono passare dai luoghi che videro i loro avi partire, come occasione per scambi di lingua e cultura, occasione di ritrovo di parenti spesso mai conosciuti, intreccio di esperienze.
La presenza insieme alla delegazione di Manfred Kirscher, cittadino onorario  di Cumiana e ambasciatore di pace, è stata l’occasione di far conoscere agli Argentini una esperienza particolare e profonda che lega Cumiana con Erlangen, e di avvicinare le tre comunità.
Nel 2018 verrà ricambiata la visita e l’amministrazione intende istituire un comitato permanente (che peraltro è già attivo) con l’obiettivo di non perdere un’occasione che rappresenta anche il riconoscimento per coloro che partirono oltre oceano e fecero grande l’Italia con il lavoro.
Le foto pubblicate sono tratte dalla pagina facebook “Comuna San Guillermo”, attraverso la quale si può prendere contatto con la vitalità di questa nostra gemella oltreoceano.