Contenimento della Ambrosia artemisiifolia L. e prevenzione dell’allergia da polline

L’Ambrosia artemisiifolia è una piante erbacea annuale, originaria dell’America, infestante, che fiorisce tra agosto e ottobre, producendo grandi quantità di polline.

In questi ultimi anni l’Ambrosia si è notevolmente diffusa nel territorio piemontese e la dispersione del suo polline causa allergie stagionali che si manifestano con sintomatologie respiratorie nelle sue varie forme cliniche, quali riniti persistenti e gravi crisi asmatiche nei soggetti sensibilizzati, e congiuntiviti.

La fioritura tardiva di questa pianta, che si protrae fino al mese di ottobre, prolunga e aggrava le allergie respiratorie stagionali.

 

I luoghi preferenziali di crescita dell’Ambrosia sono i terreni coltivati a cereali una volta effettuato il raccolto, i terreni incolti, le aree verdi abbandonate, le aree industriali dismesse, i cantieri edili lasciati aperti per lunghi periodi, i cigli stradali, le massicciate ferroviarie, gli argini dei canali, i fossi ed in generale tutte le aree abbandonate, nonché i campi coltivati con semine rade quali girasole e soia.

 

Uno strumento utile per contrastare la diffusione di questa pianta e del suo polline è evitare l’abbandono delle aree sopra citate, effettuando interventi di sfalcio nei periodi antecedenti la fioritura. Il numero degli interventi di sfalcio attualmente consigliati sono tre (terza decade di giugno e luglio, metà agosto). E’ importante che gli sfalci siano ripetuti nel corso della stagione estiva perché anche le piante già tagliate possono ancora vegetare e fiorire.

 

Si invitano pertanto i proprietari e/o i conduttori di aree agricole non coltivate, di aree urbane verdi incolte e di aree verdi industriali dismesse, i responsabili dei cantieri edili e stradali, gli amministratori degli stabili con annesse aree pertinenziali, i proprietari di aree recanti depositi temporanei o permanenti all’aperto, i proprietari di aree in genere non edificate, ciascuno per le rispettive competenze, a vigilare sull’eventuale presenza di Ambrosia nelle aree di loro pertinenza e ad eseguire almeno uno sfalcio nella terza decade di luglio e a metà agosto.

 

Maggiori informazioni sulle caratteristiche morfologiche e sulla crescita dell’Ambrosia sono   disponibili sul sito della Regione Piemonte alla pagina:

http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms/prevenzione-e-promozione-della-salute/prevenzione-e-sicurezza-negli-ambienti-di-vita/1019-sorveglianza-della-diffusione-di-ambrosia-artemisiifolia-l-per-la-prevenzione-delle-allergie-correlate.html

ambrosia