Sfalci e potature: da inizio aprile potenziato il servizio di raccolta.

A partire dall’inizio di aprile 2016 fino alla fine di ottobre il servizio di svuotamento dei cassonetti per la raccolta di sfalci e potature sarà effettuato 2 volte alla settimana ogni lunedì e giovedì.

I 40 cassonetti destinati alla raccolta differenziata di sfalci e potature sono posizionati nei seguenti ecopunti:

  • ecopunto n. 8 – Tavernette presso piazza fronte pensilina autobus – 2 cassonetti
  • ecopunto  n. 16 – Via San Gervasio  presso parcheggi – 2 cassonetti
  • ecopunto  n. 18 – Strada Decima civico 1 – 4 cassonetti
  • ecopunto  n. 19 – Via Ruata Lombarda angolo Via Madonnina – 5 cassonetti
  • ecopunto n. 21 – Via San Giuseppe fronte impianti sportivi – 4 cassonetti
  • ecopunto  n. 22 – Via Provinciale pressi Carabinieri – 3 cassonetti
  • ecopunto n. 26 – Piazza Ferreri (fronte scuole e ufficio postale) – 2 cassonetti
  • ecopunto n. 29 – Strada Gabriella Circolo Menna – 3 cassonetti
  • ecopunto n. 31 – Strada Gabriella civico 73 – 2 cassonetti
  • ecopunto n. 32 – Via Brigate Alpine angolo Via Maritani – 4 cassonetti
  • ecopunto n. 42 – Via Carutti presso piazzetta – 2 cassonetti
  • ecopunto n. 44 – Via Torretta angolo Via Giaveno – 2 cassonetti
  • ecopunto n. 47 – Allivellatori – 2 cassonetti
  • ecopunto n. 49 – Via Giaveno incrocio Galli Alti – 1 cassonetto
  • ecopunto n. 52 – Pieve fronte villette – 2 cassonetti

Nel caso in cui i cassonetti di raccolta del verde siano pieni, il materiale deve essere portato in ecoisola o presso un altro ecopunto in cui siano presenti i cassonetti per raccogliere sfalci e potature e non deve essere abbandonato a terra.

COSA BUTTARE IN QUESTI CASSONETTI:

  • sfalci d’erba e fiori recisi
  • piante senza pane di terra e senza fili di ferro
  • ramaglie, potature di alberi e siepi
  • residui vegetali derivanti dalla pulizia dell’orto

 

COSA NON SI DEVE BUTTARE IN QUESTI CASSONETTI:

  • nylon, sacchetti e cellophane
  • vasi in plastica o in terracotta per piante
  • metalli, sassi, terra

Il materiale verde è destinato alla produzione di compost, i proventi della cui vendita sono distribuiti ai 47 Comuni aderenti al Consorzio Acea sotto forma di dividendi o riutilizzati in progetti di miglioramento della raccolta differenziata.