Progetto di ospitalità per i richiedenti asilo: Cumiana aderisce tramite il CISS e ricerca strutture abitative

Già da molti mesi, come tutti sappiamo, il problema dei migranti si sta facendo sempre più forte.

Finora il problema è stato gestito in continua emergenza a livello nazionale da strutture pubbliche e dal volontariato.

Ora le Prefetture hanno il compito di gestire su tutte le regioni l’ospitalità per queste persone e potrebbero obbligare i Comuni ad accogliere i richiedenti asilo nelle loro strutture.

Nell’ottica di creare un sistema più organizzato di accoglienza il Ministero dell’Interno, tramite lo SPRAR (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), ha istituito un bando a cui possono aderire tutti gli Enti Locali.

Il Comune di Cumiana, per essere pronto a un obbligo di accoglienza, ma  anche e soprattutto perché lo ritiene un dovere morale, e consapevole della complessità  dell’accoglienza, ha deciso di aderire al progetto non direttamente ma tramite il CISS (Consorzio Intercomunale Servizi Sociali), insieme a una decina di Comuni del Pinerolese, in modo da dare più forza alla realizzazione del progetto.

Il progetto prevede per gli assistiti: assistenza sanitaria, assistenza sociale, attività multiculturali, inserimento scolastico dei minori, mediazione linguistica e interculturale, orientamento ed informazione legale, servizi per l’alloggio, servizi per l’inserimento lavorativo, servizi per la formazione.

Tutti questi servizi saranno a carico del CISS con le sue strutture professionali di assistenza sociale e con l’aiuto di volontari cumianesi che aiuteranno i richiedenti asilo ad inserirsi nel territorio  responsabilmente per diventare nel più breve tempo possibile autonomi e indipendenti.

Il primo compito del Comune, che non ha alcun esborso per questo progetto, è quello di fornire al CISS delle strutture abitative per cui fa appello ai proprietari di alloggi sfitti affinché li mettano a disposizione per le persone in arrivo.

Il CISS a questo proposito offre tutta una serie di garanzie a partire dall’estrema sicurezza nel pagamento degli affitti e delle spese di gestione con i soldi che arrivano dai fondi europei unicamente elargiti a questo scopo.

Si prevede anche una sensibile riduzione dell’ IMU.

Chi fosse interessato a proporre un alloggio o chi volesse offrire il proprio aiuto come volontario può rivolgersi direttamente al Sindaco Paolo Poggio o al gruppo di lavoro che con il Comune tiene i rapporti con il CISS (sig. Paolo Artero 340.7749490 )

Volantino ricerca alloggi