Cumiana e l’accoglienza profughi

È sotto gli occhi di tutti la situazione disperata di esodo da Paesi infestati da violenze di diversa matrice, ma con effetti ugualmente devastanti. Consapevole che non si può e non si deve guardare in un’altra direzione, in quanto è dovere di essere umani fare quanto è possibile per accogliere persone infinitamente meno fortunate, l’Amministrazione ha aderito al progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), finanziato dal Ministero dell’Interno con fondi europei tramite il CISS (Consorzio Intercomunale Servizi Sociali) di Pinerolo che si propone di coinvolgere i comuni consorziati per unire le risorse del maggior numero possibile di partner e creare un sistema di microaccoglienza all’interno delle singole comunità.

L’attività di accoglienza prevede garanzie di vitto e alloggio, servizio sanitario, visite mediche generiche e supporto psicologico se necessita, mediazione linguistica, primo orientamento ai servizi presenti sul territorio, all’uso dei mezzi di trasporto, orientamento e informazione legale per l’espletamento delle pratiche di protezione internazionale.
Inoltre è prevista un’attività di integrazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni presenti nei territori che accolgono attraverso promozione di attività ricreative e culturali per incrementare la possibilità di socializzazione.
Nei diversi incontri effettuati nei mesi scorsi con chi si è reso disponibile a lavorare sul progetto si sono gettate le basi, ora è il momento di concretizzare e definire le disponibilità, sia per quanto riguarda l’ospitalità sia per le attività connesse.
L’invito è rivolto a tutti coloro che condividono una cultura di accoglienza e solidarietà, secondo anche quanto riconosciuto nella nostra Costituzione all’art.10 e alla Dichiarazione universale dei diritti umani all’art.14.
Per maggiori informazioni ci si può rivolgere direttamente al Sindaco.

Approfondimenti presso www.sprar.it