Una proposta per i giovani: il Treno della Memoria

TdM 2016 - Comune Cumiana

Premessa

Il Progetto Treno della Memoria nasce dalla convinzione che la costruzione di una cittadinanza attiva e consapevole non possa prescindere dalla conoscenza dei momenti che hanno cambiato il volto dell’Europa in cui viviamo. Non c’è dubbio che i fatti avvenuti ad Auschwitz, massima e più terribile espressione dell’odio e della discriminazione, rappresentino in questo senso uno snodo storico fondamentale.

Colpisce il fatto che una così grande tragedia si sia potuta consumare nell’indifferenza generale. La spirale di odio, violenza e discriminazione che travolse l’Europa affondò le proprie radici nella subdola azione della propaganda, nel rapporto malato tra masse e leader carismatici, nella scelta di non vedere e non capire quello che stava succedendo, fino a rendere possibile la costruzione di un luogo come Auschwitz, divenuto simbolo dello sterminio.

É poi importante ricordare che la tragedia fu portata a termine da uomini semplici, modesti: funzionari, burocrati, complici di quella che Hannah Arendt ha definito la banalità del male.

Obiettivi

Il progetto mira a creare una rete di giovani che da testimoni consapevoli di quanto resta degli orrori della Seconda Guerra Mondiale si mettano in gioco nella società civile nelle varie forme di impegno verso una cittadinanza attiva. Il Treno della Memoria non è una gita scolastica o un semplice viaggio della durata di cinque/nove giorni, ma uno spazio di conoscenza, un viaggio nella storia e nella memoria attraverso un percorso educativo capace di coniugare attività ludiche, testimonianze dirette della storia, incontri e laboratori verso la finalità, chiara e condivisa con i partecipanti, di formare nuovi cittadini attivi nel costruire la realtà che li circonda.

Preparazione

Tra gennaio e febbraio ai partecipanti selezionati per prendere parte al Progetto vengono proposti cinque incontri della durata di due ore l’uno. L’obiettivo è quello di contestualizzare il fenomeno della deportazione inserendolo nel contesto della seconda guerra mondiale e nel contesto dei territori di provenienza dei partecipanti. A ogni gruppo di partecipanti vengono affiancati due animatori formati dall’Associazione Treno della Memoria e dalle associazioni territoriali. A seconda dei territori di provenienza dei partecipanti vengono approntati strumenti diversi, ma si tratta essenzialmente di attività interattive non formali e non frontali in cui si cerca di stimolare la naturale curiosità dei partecipanti offrendo comunque una panoramica essenziale dei processi storici, alternando le spiegazioni a supporti audio e audio visivi e a momenti di gioco (utilissimi per il group– building e funzionali alla creazione di un gruppo protetto all’interno del quale i ragazzi si sentano liberi di prendere la parola ed esprimere le proprie idee).

Il viaggio

Terminata la prima fase del percorso, nel periodo tra febbraio e marzo 2016 sono previsti i viaggi in bus. Cronoprogramma (in base ad esigenze organizzative/educative il programma può subire variazioni):

  • Giorno I Partenza da Torino (in serata)TdM - Logo
  • Giorno II Arrivo nella prima microtappa e attività di gruppo
  • Giorno III Attività prima tappa
  • Giorno IV Partenza dalla prima microtappa e arrivo a Cracovia. Gioco di ruolo
  • Giorno V Visita al Ghetto ebraico e alla Fabbrica di Schindler. Tempo libero
  • Giorno VI Visita ai campi di Auschwitz e Birkenau. Attività di restituzione nei gruppi educativi. Giorno VII Assemblea finale e partenza da Cracovia per la seconda microtappa
  • Giorno VIII Attività seconda microtappa
  • Giorno IX Partenza per l’Italia

Conclusione

La terza fase del progetto prevede la rielaborazione dei vissuti e delle emozioni dei partecipanti nel tentativo di trasformare il dolore, la frustrazione e l’impotenza di fronte a ciò che è stato in riflessione sull’oggi, sui temi dei nuovi diritti negati, e impegno concreto nella comunità di origine sia attraverso la testimonianza di quanto visto/vissuto, sia attraverso la partecipazione a nuovi progetti relativi a temi di attualità.

Documenti di approfondimento:

Un pensiero su “Una proposta per i giovani: il Treno della Memoria

  1. Pingback: Dal Comune – 29/12/2015 | informa Cumiana

I commenti sono chiusi.