Rendiconto di gestione 2014 approvato dalla Giunta in via preliminare

Nella seduta dello scorso 30 aprile, la Giunta Comunale ha approvato in via preliminare il Rendiconto di gestione 2014.

Un rendiconto sofferto e travagliato, poiché in fase di gestione e di attuazione degli adempimenti richiesti dal nuovo ordinamento contabile sono emerse numerose irregolarità, che hanno comportato un lavoro straordinario da parte degli uffici, della Segretaria comunale e del Responsabile finanziario.La revisione contabile ha condotto all’accertamento di:

– debiti fuori bilancio per 150.000 euro: fatture non pagate relative a spese per acquisto di beni o servizi avvenute in assenza di copertura a bilancio o comunque non correttamente gestiti.

– residui attivi e passivi: gli importi stimati in eccesso e ritenuti non incassabili sono stati cancellati, in ottemperanza alle nuove normative di legge.

Il rendiconto si chiude sostanzialmente in pareggio / con un avanzo di circa 200.000 euro, di cui non vincolati solo circa 15.000€ .

La condizione contabile in cui versa l’Ente è davvero complessa, non compromessa, ma decisamente intricata, dovendo inseguire ogni giorno, solleciti per adempimenti mai presi in considerazione prima, solleciti per pagamenti ritardati (in quanto non sono stati adottati atti di impegno) emergenze di ogni genere e tipo, tutto ciò con una struttura organizzativa mancante di alcuni elementi che sarebbero necessari dal punto di vista delle competenze tecniche e specifiche.

La situazione – i cittadini ricorderanno – che aveva già destato allarme in ottobre, quando si cominciò a capire quali fossero i problemi, ha origini lontane. La Corte dei Conti venne subito informata di tutte le inadempienze riscontrate, e un grosso lavoro è stato necessario anche per rispondere alle richieste di chiarimento e di documentazione avvenute nei mesi successivi.

Lo slittamento del termine per l’approvazione in Consiglio del Rendiconto è stato concordato con la Prefettura a seguito dell’incontro con l’Amministrazione comunale chiesto dal Sindaco Poggio, al fine di spiegare la situazione finanziaria complicata dell’Ente e capire come far fronte nel modo migliore agli obblighi contabili e legislativi. Al Prefetto, inoltre, sono state segnalate tutte le irregolarità riscontrate nel revisionare capillarmente i conti del Comune comunicando di aver avviato tutte le procedure informative agli enti giuridici di competenza.

Il Sindaco ha espresso la ferma volontà di procedere senza indugi secondo gli accordi presi per riavviare al più presto la normalità amministrativa e così rispondere ai numerosi impegni nei confronti dei cittadini.

Il documento sarà sottoposto al Consiglio Comunale che sarà convocato entro la fine del mese di maggio.

Approvato il rendiconto l’Amministrazione procederà al “riaccertamento straordinario dei residui” per poter procedere con l’approvazione del bilancio di previsione, con il quale – pur nelle ristrettezze derivanti dalla necessità di ripianare i debiti fuori bilancio e di far fronte ai tagli nei trasferimenti dallo Stato, che insieme producono minore capacità di investimenti per circa 566.000 euro rispetto alla disponibilità 2014, si potrà cominciare ad avviare i lavori

.