Dai ragazzi di Erlangen

Pubblichiamo le parole che gli studenti del ginnasio Ohm di Erlangen hanno pronunciato sotto forma di poesia durante la commemorazione dei martiri cumianesi.

Sono studente in una classe
dove proprio adesso
nelle lezioni di storia
ci siamo confrontati
con il nazifascismo.
Vediamo immagini crudelissime
sentiamo numeri altissimi di uccisi.
Mi chiedevo già da tempo
come fosse possibile
una cosa del genere.
Come mi sarei comportata io allora?
Avrei collaborato
come tanti
o avrei trovato il coraggio
per resistere?

Poter essere qui
sul luogo del delitto
nazifascista e tedesco
è sicuramente una cosa in più
rispetto alla situazione
di sentirne solo parlare
in un’aula di scuola
in Germania.
Qui c‘è il confronto
con le persone
non sono più solo numeri
ma persone e il loro destino.
Come io mi sarei comportata allora?
Non lo so.
Ma una cosa è certa per me:
mai più una storia
come quella del passato!

Vorrei dire grazie
che noi ragazzi
malgrado la storia tedesca
siamo i benvenuti qui a Cumiana.
grazie che voi qua
ci date la possibilità
di imparare dalla storia.

M’inchino
davanti a loro
che dovevano soffrire tanto
per mano dei nazifascisti tedeschi.
Per quanto posso
m’impegnerò
per un futuro migliore
insieme!

Erl_fiaccolata

 

Erl_coro